Excelvan 4K SPORTS CAMERA – LA RECENSIONE ITALIANA

Excelvan 4K SPORTS CAMERA - LA RECENSIONE ITALIANA

Il mercato delle action camera sta vivendo il suo massimo splendore ed i modelli in vendita sono così tanti e simili tra loro che spesso si è indotti a pensare che siano tutti uguali; sotto la nostra attentissima lente di ingrandimento è finito il nuovo modello proposto da Excelvan.
Mettiamo subito in chiaro: Excelvan 4K Sports Camera non registra in 4K UHD ma ad una risoluzione superiore al QHD (approfondirò sotto) e che si avvicina al 4K, si tratta solo di marketing. Il processore Novatek 96660 non lo supporta e mai lo potrà fare. Chi dice una cosa del genere conosce superficialmente il mondo delle action camera oppure mente. PER AVERE UNA VERA 4K UHD BISOGNA SPENDERE ALMENO 200€, TUTTE LE ACTION CAMERA DI MARCHI SCONOSCIUTI E CON PROCESSORE NOVATEK HANNO SPECIFICHE TECNICHE GONFIATE ED IL 4K E’ SEMPRE UNO SPECCHIETTO PER LE ALLODOLE.
Ma non ne facciamo un dramma: tale modalità è disponibile solo a 24fps, quindi INUTILE ai fini del film making dato che il formato PAL vuole 25fps ed NTSC 30fps. Può andare bene per qualche foto aerea con droni.
In ogni caso, il fatto che non sia aderente allo standard 4K non significa che si tratti di una cattiva action camera, anzi proprio il contrario! Il 4K è lontano dall’essere largamente diffuso e questo modello è risultato davvero ottimo impostato a risoluzione QHD 30fps. Mi ha sorpreso per la sua definizione al top ed ottimo range dinamico dei colori, stabilizzazione gyro tarata non troppo aggressivamente (è sostanzialmente la stessa tecnologia dietro SteadyShot di Sony) e lenti di buona qualità.
Non è 4K ma nemmeno uguale alle altre action cam con scritto 4K prezzate a 60€, che in realtà montano sensori scadentissimi da 4 megapixel e vanno di interpolazione, anzi…per qualità video supera buona parte delle GoPro di fascia media!
Queste action camera cinesi sono esteticamente tutte simili ma completamente diverse all’interno; in sostanza questa è risultata il top che ho visto con chipset Novatek 96660 e vale tutto il suo prezzo.

Ti ho incuriosito? Continua a leggere per saperne di più!

PACKAGING e QUALITA’:
L’action cam arriva ben protetta nella sua confezione molto curata con all’interno altre scatoline contenenti accessori, alimentatore, cavo USB, manualistica (solo inglese e cinese), un pannetto di stoffa ed ovviamente (ben protetta) l’action camera con già montato lo scafandro per le riprese subacquee.
Guarda il video di unboxing per avere un’idea della quantità di accessori in dotazione!
La qualità costruttiva è nella media delle action camera cinesi, i materiali ed il design sono sempre i medesimi, gli accessori identici, CIO’ CHE CAMBIA VERAMENTE E’ LA LENTE e L’ELETTRONICA INTERNA.

BUGIA? NI:
Una delle cose che più odio delle action cam cinesi sono le specifiche tecniche altisonanti: a meno di non trovarsi davanti ad un marchio come Xiaomi, sono SEMPRE piene di marketing e dati falsi.
Sulla confezione parla di foto a 20 megapixel senza specificare che in realtà sono interpolati (il sensore è da 12 megapixel effettivi) e sulle immagini promozionali c’è scritto sensore Sony IMX117. Il manuale parla di sensore Sony CQK da 12 Megapixel senza specificare il numero del modello.
Quindi che sensore monta?
A rigor di logica non ha senso montare un costosissimo sensore 4K SONY IMX117CQK in accoppiata ad un processore Novatek 96660 che non è in grado di elaborare immagini 4K.
In base alla mia esperienza, alla qualità video, comparative con altre action camera più blasonate e dati tecnici alla mano, è molto molto probabile che monti un Sony IMX078CQK, che è comunque un ottimo sensore.

NON E’ 4K, MA ALLORA COSA E’?
Il processore Novatek 96660 non supporta il 4K. C’è poco da fare. Mettetevi l’anima in pace.
La modalità che troviamo sotto dicitura 4K UHD registra a risoluzione 2880×2160 con 24fps, è SUPERIORE alla modalità QHD (2560×1440 a 30fps) ma NON aderisce allo standard ratificato come 4K UHD per cui è necessaria una risoluzione di 3840×2160.
Il QHD è sostanzialmente definito come QUATTRO volte il numero complessivo dei pixel della risoluzione HD 720P. Questa action camera arriva a 6,75 volte il numero dei pixel la risoluzione HD 720P.
Potremmo chiamarla HEXA HD 🙂

PERCHE’ TUTTA QUESTA CONFUSIONE?
Oggi c’è tutta questa confusione un po’ per colpa del reparto marketing dei grandi produttori di elettronica un po’ perchè chi doveva ratificare gli standard non ha seguito un filo logico.
Un po’ hanno tenuto conto dei pixel verticali, un po’ gli orizzontali, poi sono passati a considerare i multipli del conteggio totale di pixel della risoluzione HD 720P.
HD 720P -> 1280×720
Full HD 1080P -> 1920×1080
2K -> 2048×1080
QHD -> 2560×1440
4K UHD -> 3840×2160
4K DCI -> 4096×2160

FUNZIONALITA’:
Una volta accesa dal pulsante posto sul frontale, l’action cam è subito pronta a far partire la registrazione col pulsantino posto sopra, premendolo ulteriormente si accede alla galleria per visionare gli ultimi scatti e video, premendo un’ultima volta si passa alle impostazioni.
Impostazioni molto ricche, tra cui:
-Risoluzione dei video e frame rate (a parte il discusso 4K a 24fps, abbiamo il QHD a 30FPS, 1080P fino a 60FPS, il 720P fino a 120FPS ed altre risoluzioni minori)
-Registrazione “ciclica” per cancellare in automatico i video precedenti quando la memoria è satura, utile per uso come dashcam
-Giroscopio (per attivare la stabilizzazione video)
-WDR (Wide Dynamic Range, per aumentare la luminosità delle ombre)
-Motion detection (per far partire la registrazione quando rileva un movimento, sempre per uso come dashcam
-Registrazione o esclusione dell’audio
-Angolo (per regolare se si vuole il nativo 170° grandangolare o restringerlo)
-Diving mode (per le immersioni)
-Notturna
-Time lapse
-Eventuale timer per le foto
-Risoluzione foto (fino a 20 megapixel interpolati, vi consiglio di scattare al nativo 12)
-Burst (per scattare una carrellata di foto)
-Qualità
-Nitidezza
-Bilanciamento del bianco, colore/bianco e nero/seppia, ISO, esposizione
-Stabilizzazione
-WiFi (per comandarla via l’app ZSANYCAM)
-Accendisigari auto (per accenderla quando rileva l’alimentazione, per uso dashcam)
-TV (per connetterla via HDMI alla TV)
-Timeout dello schermo
-Spegnimento automatico
Ed ovviamente varie impostazioni per data, tempo, lingua e per formattare la schedina MicroSD.

QUALITA’ DELL’IMMAGINE E DEL SUONO:
Ho chiarito la questione 4K, parliamo della qualità di ripresa effettiva: ottima. Le riprese sono ben definite, i colori brillanti, anche se in condizioni di luce molto alta tende un po’ a bruciare i colori del cielo. Problema risolvibile abbassando un po’ l’esposizione manualmente.
I colori sono davvero ben riprodotti, la lente è luminosa ma ovviamente non aspettatevi miracoli di notte, l’aberrazione grandangolare non distorce più del normale. Non presenta fastidiose imperfezioni che peggiorano la curvatura ai bordi. Niente sfocature!
Il WDR effettivamente lavora bene, migliora la luminosità delle ombre, evitando la classica bruciatura “nera” che taglia di netto le ombre da tutto il resto del panorama.
L’audio è mono e di qualità sufficiente, come nella maggior parte delle action cam, non aspettatevi grandi miracoli.
La stabilizzazione “GYRO” funziona ed ha una taratura non troppo aggressiva; in sostanza sfrutta un giroscopio per capire i movimenti dell’action camera ed ammorbidirli “spostando” l’immagine ripresa compensando i movimenti (viene sostanzialmente zoomata per avere un po’ di margine).
Per quanto sia un metodo di stabilizzazione ottimo, che funziona in modo identico allo SteadyShot di Sony, riduce il campo visivo ed un po’ la qualità video, consiglio di usarla solo se necessario e non tenerlo sempre attivo. Per intenderci: non sostituisce un gimbal.
La qualità fotografica è buona, a patto di impostare l’immagine a 12 megapixel. A 20 megapixel è palesemente interpolata, si vede, inutile discuterne.

DIFETTI O ALTRE BUGIE?
Probabilmente la modalità 720P a 120fps (lo slow motion) non è veritiera. Comparando il video ripreso in questa modalità, ad uno con telecamera Sony impostata al medesimo framerate, il video è risultato meno fluido e con “drop frame”, come se saltasse frame insomma. Probabilmente si tratta della modalità a 60fps con frame duplicati, trucchetto usato in TUTTE le videocamere con processore Novatek.

BATTERIA:
Li-Ion 3,7V da 1050mAh, durata nella media di queste action cam cinesi, dipende dall’uso che se ne fa, ma purtroppo si viaggia intorno ad 1 ora.
In compenso le batterie sono di tipo standard e cercando online batterie compatibili con SJ4000 con 20€ ne porterete a casa anche 4. Se siete fan del timelapse sarà un acquisto INDISPENSABILE.

LO SCHERMO:
TFT da 2″ si vede bene anche sotto il sole, è luminoso e ben definito, per fortuna si spegne dopo un po’ di tempo (l’intervallo si può decidere nelle impostazioni) per risparmiare batteria.

ACCESSORI:
In dotazione si trova di tutto:
-Scafandro (la custodia impermeabile)
-Alimentatore USB per la ricarica
-Un’ulteriore porta di protezione trasparente
-Supporto da bici, basi e viti varie
-Cornice con attacco a vite 1/4 per selfie stick e uso come dashcam senza custodia impermeabile
-Fascette varie
-Adesivi 3M
-Pannetto per la pulizia
-Cavetto USB/MicroUSB

Acquista a prezzo scontato su Amazon: http://amzn.to/2cZKHal

Qualità costruttiva
Design
Funzionalità
Dotazione di serie
Esperienza utente
Prezzo
Media