Arriva la modalità “Driving Mode” su Google Maps

Arriva la modalità "Driving Mode" su Google Maps 4

Annunciata il mese scorso, la modalità “Driving Mode” di Google Maps non era disponibile per il nostro paese, almeno fino a qualche ora fa, quando i primi utenti hanno visto apparire la funzionalità all’interno dell’applicazione. Non serve alcun aggiornamento, la funzione è già presente nella versione attuale di Google Maps, era solo nascosta, ed al momento disponibile solo su dispositivi Android (probabilmente nei prossimi giorni lo sarà anche sui dispositivi iOS).

Cos’è il Driving Mode? Si tratta di una modalità che ci permette di vedere la mappa in modalità 3D di navigazione, anche quando non abbiamo impostato nessuna destinazione.
È pensata per essere utilizzata anche durante un tragitto di cui conosciamo la strada, ma di cui vogliamo conoscere i dati del traffico o le eventuali attività in zona (ad esempio i distributori di carburante).
21

 

Per attivare la modalità alla guida (o driving mode) è sufficiente accedere al menu sulla sinistra dell’applicazione (le  linee orizzontali) e selezionare la voce “Inizia a guidare“: apparirà l’interfaccia di navigazione, con in alto a destra un pulsante per mostrare i punti di interesse ed in basso il nome della strada che stiamo percorrendo.

 

 

Non è uno stravolgimento di Google Maps ma va sicuramente a migliorare l’esperienza d’uso come navigatore satellitare, andando a colmare una delle tante lacune che ancora lo tengono lontano dalle applicazioni dedicate come TomTom e CoPilot, tanto per citarne due.
Ma l’aria sta cambiando e grazie alla possibilità di scaricare le mappe offline e (da qualche tempo) di poter avviare la navigazione anche senza rete dati; le applicazioni commerciali dedicate hanno i giorni contati.

3