Se usi un portatile è l’ora di lasciare Chrome e passare ad Opera browser

Se usi un portatile è l'ora di lasciare Chrome e passare ad Opera browser 2

Il team di Opera ha annunciato oggi attraverso il suo blog una nuova modalità di risparmio energetico per il suo browser web, per adesso disponibile solo nella versione di sviluppo, grazie alla quale promettono un 50% di consumi in meno rispetto alla concorrenza.
A trarne beneficio, è facile intuirlo, sarà la durata della batteria.

Opera ha illustrato in maniera dettagliata le ottimizzazioni messe in campo:

  • Riduzione dell’attività dei tab in background
  • Riduzione dell’intervento della CPU mediante l’ottimizzazione dei timer Javascript
  • Pausa automatica dei plug-in non utilizzati
  • Frame rate bloccato a 30 FPS
  • Ottimizzazione dei parametri di riproduzione video
  • Pausa delle animazioni dei temi del browser

La modalità di risparmio energetico sarà attivata in automatico quando il portatile viene scollegato dall’alimentatore o manualmente cliccando l’icona “power saver” accanto alla barra delle ricerche e degli indirizzi.
Il browser, inoltre, suggerirà automaticamente l’attivazione quando il livello di carica della batteria raggiungerà il 20%.
Gli sviluppatori promettono risultati sorprendenti. I test che seguono sono effettuati utilizzando un portatile Lenovo X250 (Core i7-5600U, 16GB di RAM) e un Dell XPS 12 (16GB di RAM) entrambi con Windows 10 e modalità di risparmio energetico impostata su alte prestazioni. Per il test è stato utilizzato Selenium WeDriver tramite il quale sono stati caricati automaticamente 11 siti web molto popolari compreso YouTube. Ogni pagina è stata aperta in un tab separato, senza chiudere la precedente, è stato effettuato lo scrolling per cinque volte e lasciata la pagina attiva per un minuto. Il test è stato ripetuto sino al definitivo esaurimento della batteria.opera_browser