Game of Thrones 6 , episodio 2 a caldo! [ATTENZIONE SPOILER]

Game of Thrones 6 , episodio 2 a caldo! [ATTENZIONE SPOILER] 1

ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER – ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER – ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER – ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER – ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER – ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER – ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER – ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER – ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER – ATTENZIONE ALTO CONTENUTO DI SPOILER 

Ho deciso di scrivere a caldo sul secondo episodio di Game of Thrones (sesta stagione) per mettere giù qualche riflessione e scommessa su questa stagione che sembra voler cancellare LA SONNOLENZA della quinta.

Partiamo dalla fine e poi torniamo indietro: Si, Jon Snow resuscita.
Dal barbiere, ma resuscita. Sarcasmo a parte per il rito, ci abbiamo creduto tanto ed alla fine gli autori hanno deciso di accontentarci, anche se non è dato sapere se sia stato tutto architettato dalla quinta o una pezza messa per salvare la serie dalla furia dei fan.

2c6647b55727165f3e793ccb31ac03be
Oltre che desiderata, questa resurrezione trova delle basi anche in due riflessioni: da una parte il “karma Martiniano” che, se ci pensate bene, nella maggior parte dei casi colpisce i personaggi (anche amati dal pubblico) dopo che effettivamente hanno perseverato in errori gravissimi (anche se il Red Wedding continua ad essere difficile da digerire, ma su questo ci sarebbe molto da scrivere); dall’altra alcuni indizi inequivocabili lasciati qua e là per farci capire che effettivamente sarebbe successo: la presenza di Melisandre al castello nero (decisamente poco sensata) ed il cadavere integro di Jon che non era stato ne bruciato ne seppellito.
Jon non aveva sbagliato nulla, il suo percorso era tutto votato al bene dei sette regni, secondo il karma Martiniano sarebbe stato solo crudele e lesivo per la serie lasciarlo morto.
In fondo, è la stessa ragione per cui Danerys si salva sempre miracolosamente, nonostante i continui attentati alla sua vita.

Ma andiamo oltre: abbiamo un ritorno della saga di Bran, che invece di annoiarci come al solito, ci ha deliziato di alcuni flashback interessanti riguardo la famiglia Stark e Hodor: abbiamo scoperto che in realtà si chiama Wylis e che in passato parlava. Gli autori hanno stuzzicato la nostra curiosità su un personaggio apparentemente secondario: ADESSO VOGLIAMO SAPERE COME HA PERSO L’USO DELLA PAROLA!

Ci stanno servendo sul piatto d’argento un nuovo Joffrey: la morte del Lord Bolton era prevedibile, il nostro odio per Ramsey sale a dismisura. E’ il nuovo Joffrey, la sua fine sembra sempre più vicina, possiamo solo fare qualche scommessa su chi lo farà fuori.
Fino a ieri avrei detto per mano di Sansa e Theon, ma con la resurrezione di Jon è facile scommettere su di lui.

Qualche altra riflessione andrebbe spesa su Melisandre e Sansa: la sacerdotessa rossa sembra essere tornata in forma, dopo l’immagine shock della vecchia; a questo punto non sappiamo il motivo della scena finale della prima puntata. La risposta più scontata sembra essere che il suo aspetto giovane e perfetto sia frutto di un incantesimo. Ma potrebbero esserci altre risposte. Quella scena potrebbe simboleggiare la sua anima logora per il fallimento o celare un consumo di se stessa per le stregonerie che ha eseguito.
Dicevo, Sansa: sembra ci sia un grande errore di trama. Ad approdo del re sembrano essersene dimenticati tutti.
Strano, difficile immaginare che Cersei abbia completamente dimenticato colei che avrebbe ucciso Joffrey.

In conclusione: sembriamo essere tornati al ritmo delle stagioni precedenti alla quinta, l’incubo delle 7 puntate in cui non succede nulla sembra essere passato.
Voi cosa ne pensate di quanto accaduto fin’ora? delusi o soddisfatti della nuova stagione? cosa succederà secondo voi?